Presentazione

Chiunque avesse il piacere di scorrere queste pagine pensando di trovare un’opera d’archivio sull’Umbria, rimarrebbe piuttosto deluso, infatti l’autore non ha inteso realizzare un normale libro di immagini, ma senza dubbio una serie di impressioni che suscitano in lui certi particolari luoghi della nostra regione. Nata come una semplice raccolta di ricerche sull’uso del computer in fotografia, l’opera raccoglie foto più o meno elaborate al solo scopo di poter esprimere al meglio le sensazioni emanate dai bellissimi paesaggi che l’Umbria offre all’attento osservatore. Non è necessario andare alla ricerca di luoghi strani, ma sapendole cogliere, le più belle espressioni la nostra terra le può cogliere anche dietro casa, dopo un temporale o sotto una nebbiolina mattutina o nella bruma pomeridiana. Francesco Brozzetti è senz’altro un attento osservatore e, alla tecnicità, sa aggiungere, alle sue opere, il fascino della poesia e la fantasia di un amante della natura come solo lui sa essere. L’eremo incastonato su una roccia, il santuario eretto nel profondo di un fosso; il castello medioevale nascosto in un fitto bosco, il borgo sulla cresta di un colle; tra il grano maturo, il rudere tra sassi e fango. Non sono solo l’architettura e la storia a guidare l’autore ma l’amore per la natura in tutti i suoi aspetti, in tutte le sue sfaccettature, che lo colpiscono e che lo invogliano a trasmettere agli altri queste sue sensazioni. Con i suoi “inni alla natura” aiuta anche chi è meno fortunato di lui a sentire e leggere anche nelle foglie di un’albero la bellezza della vita e quanto essa vada spesa bene da parte di tutti. Egli opera così anche per poter guidare altri verso il suoi modo di operare, poter insomma inculcare anche in chi forse, almeno in apparenza, è stato meno fortunato, l’amore per la terra, la natura, gli animali e quant’altro può spingere l’uomo a cantare un inno di lode a Dio che ci ha donato tanta bellezza.

Francesco Brozzetti è nato a Perugia nell’agosto del 1944 e pur avendo seguito gli studi commerciali ha da sempre curato la passione per le arti figurative. Lasciata la pittura per motivi di lavoro, si dedica a fondo alla fotografia dal 1966 e per tutti gli anni ’70 raccoglie ampi consensi nei concorsi fotografici a cui partecipa in tutta l’Umbria ed anche fuori regione. Interrotto improvvisamente questo rapporto per lungo tempo, lo ripristina poi negli ultimi anni ’90, così che, nella continua ricerca di ispirazione attraverso i suoi amati paesaggi, Francesco Brozzetti gira per l’Umbria, non tralasciando alcuna strada o sentiero che sia, trovandosi perciò in mano quasi senza rendersene conto, un capitale di conoscenze e sensazioni che non vuole tenere tutto per sé. Esterna quindi queste esperienze producendo opere che alla pura e semplice fotografia aggiungono la profonda sensazione di poesia che all’autore viene ispirata da certi luoghi. Per ottenere ciò l’autore si avvale sì, di mezzi tecnici che solo il “computer” può offrirgli, ma non ne diviene schiavo, ottenendo così i risultati a cui voleva giungere, trasmettere cioè agli altri tutti le percezioni che la sua amata Umbria gli sa manifestare con le sue forme ed i suoi colori dolci ed aspri allo stesso tempo.

brozzo@libero.it